Side Area Image
Lorem ipsum dolor sit amet gravida nibh vel velit auctor aliquet. Aenean sollicitudin, lorem quis bibendum auci. Proin gravida nibh vel veliau ctor aliquenean.

Follow me on instagram

+01145928421
mymail@gmail.com

Lo Sgombro Salvia

Lo Sgombro  è una varietà di pesce azzurro che si trova nei nostri mari. È apprezzato in cucina sia per il sapore delle sue carni che per le sue proprietà nutrizionali.  Ricco di Omega 3, è una varietà di pesce che si presta anche ad abbinamenti estrosi e ricette creative. Il nostro sgombro, tuttavia, selezionato con cura ed attenzione a tutte le fasi della sua preparazione, è ottimo semplicemente sott’olio o insieme ad un’insalata di frutta o verdura crude….un’emozione unica, provare per credere…e sarà per questo che va così a ruba?

Lo Sgombro Salvia, per la cura con cui viene selezionato e trattato, ha un sapore inconfondibile, che lo rende perfetto da mangiare da solo, o con l’aggiunta di limone, e accompagnato da verdura, cotta, ad esempio a vapore, o cruda, oppure da frutta, come arance o mele, ma è ideale anche come ingrediente di ricette fantasiose.

Può essere utilizzato, ad esempio, per farcire i fiori di zucca, per preparare delle gustose polpette o come condimento per il riso o per la pasta. Avete già sperimentato la pasta con lo Sgombro Salvia e i broccoli, oppure gli agretti e i pinoli? E l’avete provato con un ragù di verdure: zucchine, carote, cipolla, in dadolata? Oppure l’avete già assaggiato in insalata con arance, finocchio e olive?

Per noi è importante rispettare la natura in cui viviamo senza prevaricare le altre specie. Verdure, legumi e cerali sono alla base delle nostre preferenze, tuttavia tra i nostri prodotti, prevalentemente a base di verdure, legumi e cereali, ne sono compresi alcuni a base di pesce, come appunto lo Sgombro. Si tratta di una specie diffusa nei nostri mari e con elevate qualità. A condizione che la pesca sia condotta in maniera rispettosa, sostenibile e non intensiva. Deve inoltre essere selettiva, cioè condotta in modo da non rischiare di uccidere inutilmente specie di pesci diverse da quella che si sta cercando, e comunque sempre rispettosa dei cicli stagionali di riproduzione delle specie. Per questo il nostro sgombro non è sempre disponibile sugli scaffali. Deve inoltre essere non invasiva, limitata alle specie non a rischio e possibile solo in determinate aree, e deve essere condotta con tecniche che non danneggiano i fondali, in modo da mantenere il più possibile basso l’impatto sull’ ecosistema marino, evitando di danneggiarne i delicati equilibri. Perchè sostenibilità e qualità sono valori irrinunciabili